Navigare Facile

Le Chiese di Roma

Le Basiliche di Roma

L'Imperatore Costantino I fu il primo a consentire la creazione di chiese in cui i cristiani potessero a recarsi a pregare, una decisione foriera di eccezionali conseguenze a livello individuale e collettivo, spirituale ed artistico. Roma ha, infatti, legato parte del suo destino ai Papi, al contempo padri spirituali ed illustri mecenati e proprio sul secondo aspetto ci soffermeremo ora. 

Le chiese rappresentano alcuni fra i tesori più preziosi della città eterna, capolavori che ci accompagnano lungo la storia attraversando diversi periodi artistici, dal gotico al barocco, passando ovviamente per il Rinascimento.

La prima chiesa da ricordare è la Basilica di San Pietro (che per la precisione sorge nello Stato del Vaticano e non a Roma) alla cui realizzazione contribuirono maestri del Rinascimento fra i quali ricordiamo Bramante, Michelangelo, Raffaello e Bernini. 

L'imponenza e la magnificenza della Basilica di Piazza San Pietro è universalmente nota, così come la Porta Santa intrisa di profondi significati, la struggente Pietà di Michelangelo che svetta in una cappella della navata destra, e la perfetta cupola di Michelangelo.

Ugualmente emozionante è una visita alla Basilica di Santa Maria Maggiore, i cui lavori di costruzione presero il via nel 432 per volontà di Papa Sisto III, alla Basilica di San Paolo Fuori le Mura, patrimonio mondiale UNESCO, e alla Basilica di San Giovanni in Laterano, la più antica d'occidente.

Luoghi di culto a cui dedicare intere giornate per apprezzarne le facciate, le cappelle, le catacombe ed i tanti capolavori di pittura e scultura che essi racchiudono, così come pregevoli sono le altre centinaia di Chiese che sorgono a Roma, la magica città dove dietro ogni porta e ad ogni angolo si cela l'arte più sublime.